I videogiochi fanno male? No! Ecco spiegato il perchè

I 7 motivi per i quali fa bene giocare ai videogiochi

Questa è di certo una frase che non si sente spesso.

“I videogiochi fanno male alla salute!”

Ecco, questa è un pò più comune.

Fin da quando eravamo piccoli i nostri genitori, i nostri parenti e la società ci mettevano in guardia contro quelle “macchine infernali” che ci “succhiano il cervello” e “ci rendono ciechi”

Ma è veramente così? Veramente i videogiochi fanno male alla salute?

Oggi smentisco le affermazioni che ci hanno accompagnato per tutta l’infanzia (e ben oltre) e provo a mettere i videogame in una luce ben diversa (quella che si meritano)

 

I videogiochi non peggiorano la vista,la migliorano

Partiamo dal punto caldo: quante decine,centinaia di volte siamo stati costretti a sentirci dire che giocare troppo ci avrebbe bruciato la vista e costretto a portare gli occhiali per fare qualsiasi cosa?

Invece è proprio il contrario, perché questo succedeva solo con i vecchissimi televisori a tubo catodico degli anni 80 (le quali radiazioni danneggiavano non solo la vista): infatti dopo aver giocato ai videogiochi il rischio più grande in cui potremmo incorrere è la stanchezza visiva (che si risolve da sola in pochissime ore).Ma a quanto pare, uno studio dell’Università di Rochester ha dimostrato che i videogames migliorano la sensibilità spettrale dell’occhio; infatti in un test di riconoscimento dei colori coloro che giocano quotidianamente ai giochi d’azione hanno una capacità di rilevare le sfumature di colore con una percentuale del 43% migliore rispetto ai non videogiocatori.

Si prendono le decisioni più velocemente

La capacità di fare una scelta importante in un momento critico non è da tutti, e spesso in questi casi si può rimanere bloccati e non sapere più che scelta prendere.

Invece sempre gli scienziati dell’Università di Rochester hanno fatto dei test e notato che i giocatori di videogames d’azione come Call Of Duty 2 (famoso gioco d’azione) in momenti di criticità e nelle quali occorreva una grande lucidità (Es: uno scontro a fuoco durante il duello finale del torneo) erano del 25% più veloci rispetto ai non videogiocatori che provavano la stessa esperienza per la prima volta.Risultati immagini per bivio

Volete diventare degli ottimi chirurghi? Allora giocate agli sparatutto!

<<Ma come>> vi chiederete voi <<i dottori salvano le vite e per diventare più bravi nel loro lavoro devono uccidere delle persone?>> (in un videogioco,si intende)

Proprio cosi.

Uno studio realizzato dall’Universita Statale dello Iowa ha infatti dimostrato che i medici-giocatori che si dilettano per almeno tre ore alla settimana hanno diminuito del 37% la possibilità di compiere qualsiasi tipo di errore e sono più veloci nel compiere qualsiasi tipo di azione del 27% . Sono anche molto più veloci nell’apprendere tecniche, addiritura del 47% in più rispetto ai non-giocatori.

Se poi consideriamo i tre migliori medici-gamer (i quali ovviamente giocano di più di tutti gli altri), la loro possibilità di errore scende del 48% mentre la velocità di studio aumenta del 39%.Immagine correlata

Migliorano la capacità di lettura

La rivista Currenti Biology ha mostrato che dei bambini dislessici lasciati giocare per circa 12 ore a videogame d’azione e ai quali venivano più tardi mostrati dei test di lettura di vario genere riuscivano a leggere molto più velocemente e con molti meno errori grazie al livello di concentrazione raggiunto giocando.

Probabilmente molto di voi che stanno leggendo questo articolo non saranno dislessici, ma questa è comunque una cosa degna di nota.

Abilità motorie incrementate

Sappiamo tutti come è difficile avvicinarsi per la prima volta a un videogioco action: sembra tutto troppo veloce e dobbiamo anche noi imparare ad esserlo per poter vincere una partita.

Proprio questo stimolo incrementa notevolmente la coordinazione occhio-mano secondo uno studio della Deakin University che ha dimostrato come appunto le persone che giocano a prodotti digitali hanno sviluppato questo tipo di riflessi in modo superiore rispetto alle persone che non giocano.

Aumentano le capacità cognitive

Uno studio pubblicato da Nature dimostra che certi videogiochi programmati appositamente aiutano moltissimo le capacità cognitive degli anziani e dei malati di Alzheimer. Lo studio ha anche mostrato che non solo gli anziani vengono aiutati ma anche che gli effetti permangono a distanza di tempo. Ciò dimostra che i miglioramenti cerebrali rimangono insieme alle capacità cognitive.

Dopo il periodo di “addestramento videoludico”, i 46 soggetti hanno avuto un tale

incremento nelle loro capacità da risultare addirittura migliori dei soggetti di 20 anni. Inoltre, anche arrestando la pratica, queste abilità non sono scomparse anche dopo sei mesi.

Dunque giocare ai videogiochi non dovrebbe assolutamente essere un passatempo per soli giovani.Risultati immagini per abilità cognitive

Incrementano le possibilità di fare sogni lucidi

Per chi non sapesse cosa sono i sogni lucidi, sono praticamente una fase abbastanza breve del sonno (un quarto d’ora circa) dove ci rendiamo appunto conto di star sognando e riusciamo a non svegliarci proseguendo il sogno e manipolando la nostra mente per fare tutto quello che vogliamo, e del quale ricordiamo tutto dopo esserci svegliati.

Fichissimo vero?

Il problema è che avere un sogno lucido senza un “apposito” addestramento è molto raro (la stragrande maggioranza di voi probabilmente non ne avrà mai avuto uno) perciò grazie a uno studio della Grant MacEwan University in Canada moltissimi Onironauti (così si chiamano le persone che fanno periodicamente queste esperienze) si sono fiondate a giocare ai videogiochi: questo è dovuto perché i videogames ci mettono continuamente in contatto con realtà alternative, proprio come in un sogno, che quindi siamo più in grado di riconoscere.

I videogiochi quindi non sono semplice intrattenimento o una perdita di tempo, ma qualcosa che porta reali benefici sia a livello fisico che psicologico che neuronale.

E tu cosa ne pensi? Dimmelo qui sotto nei commenti!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s